Feed RSS

Rivelazioni che arrivano tra capo e collo in una mattina qualsiasi

Stamani ho messo ad Alice il grembiulino di scuola pulito, ma non stirato. Non. Stirato.

Io che stiro tutto, tranne mutande e calzini.

Per un attimo mi sono sentita una schifezza, e sono stata tentata di cadere nel loop depressivo della madre degenere e della “donna di casa incapace”, ma poi ho pensato: ma davvero sono una cattiva madre se mia figlia ha il grembiule stropicciato? Lei non se ne rende conto (ma anche se fosse, non le importerebbe) e al massimo saranno le altre mamme a giudicarmi, non lei. E allora? Mi interessa davvero cosa pensano delle illustri sconosciute di come mi occupo delle mie bambine?

Ovviamente, no.

Mi interessa enormemente di più cosa pensano le mie figlie, e non credo che un grembiule non stirato sia dimostrazione di mancanza di affetto. Certo, io ci tengo che loro siano sempre in ordine, che abbiano la merenda, che stiano al caldo, è anche con questi piccoli gesti che si dimostra l’amore. La trascuratezza è sintomo di disinteresse, e non va bene, ma se un grembiule non stirato una tantum significa che ho passato mezzora in più a giocare con mia figlia, allora credo che possa andare bene.

E va bene anche se invece di stirare sono andata a fare shopping, o a farmi fare un massaggio, o qualsiasi altra cosa mi faccia stare bene, perche’ stare bene è la prima regola per far star bene i nostri figli.

Probabilmente sto dicendo delle ovvietà, forse in fondo in fondo sento ancora la vocina del senso di colpa che tenta di affossarmi e voglio giustificarmi, ma in realtà mi sono resa conto di quanto queste cose siano vere perchè le sto vivendo per la prima volta da quando sono madre.

Negli ultimi sei anni mi sono dedicata interamente alle mie bimbe, continuando a lavorare è vero, ma rinunciando a qualsiasi tipo di ambizione o prospettiva. E l’ho fatto per scelta, volentieri, ma questo non toglie che siano stati i sei anni più faticosi della mia vita.

Ho messo da parte, letteralmente, me stessa. Ridimensionato (nonche’ messo a repentaglio) la mia vita di coppia. Rinunciato ad una vita sociale. Rimandato o sospeso progetti.

Ma da poco ho ricominciato a vedere davanti a me, da poco è ritornata la voglia di migliorare, e le possibilità per provarci. Ed è incredibile constatare come, nonostante la fatica di un altro impegno che deliberatamente ho scelto di assumermi, sia tornata anche l’energia, e con essa il buonumore che deriva dal fare qualcosa che piace.

Se mi sono dimenticata di stirare significa che ho qualcosa di piu’ importante da fare, che ce la sto mettendo tutta per cambiare le cose che non mi piacciono e per essere piu’ felice.

E le mie bambine non potranno che trarne beneficio, e chissenefrega del grembiule non stirato (solo stavolta però).

Annunci

Lascia il tuo commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Casa LaLaiza

Riflessioni strettamente personali e quotidiane su figli, uomini, musica, danza, teatro, ecologia, psicologia, letteratura, arte, giochi e tante altre diavolerie a cui nessuna donna dovrebbe mai rinunciare

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: